Colposcopia e vulvoscopia

3-villa-stuart-servizi-Colposcopia-vulvoscopia.jpg

Servizio casa di cura

Responsabili del servizio


I Papilloma virus umani sono virus a doppia elica di DNA che hanno come bersaglio principale la cute e le mucose anogenitali e orofaringee. Sono virus molto comuni nella popolazione umana mondiale. Degli oltre 150 tipi, identificati numericamente, 14 sono definiti ad alto rischio e collegati all’insorgenza di tumori in vari distretti corporei : cervice uterina, vulva, vagina, ano, pene, testa-collo (ALTO RISCHIO (HR: High Risk – HPV 16,18,31,33,35,39,45,51,52,56,58,59,66,68).

La principale via di trasmissione è rappresentata da quella sessuale, tanto che fino all’80% delle donne sessualmente attive si stima vengano in contatto con il virus almeno una volta nella loro vita, e di queste circa il 50% con un genotipo ad alto rischio. Altre vie di trasmissione sono rappresentate dal contatto diretto cute-cute/cute-mucosa e dalla trasmissione verticale madre-feto.

Le infezioni sono generalmente asintomatiche e si risolvono spontaneamente per attivazione del sistema immunitario dell’ospite in circa il 60-90% dei casi a 1-2 anni dal contagio.

In Europa, ogni anno, sono stimati circa 50.000 nuovi casi di tumore HPV -correlati di cui più di 34.000 casi/anno interessano la cervice femminile; A livello mondiale il carcinoma della cervice uterina rappresenta il secondo tumore più frequente nelle donne.

La storia naturale dell’infezione è fortemente condizionata dall’equilibrio che si instaura tra agente infettante e ospite e sono possibili regressioni spontanee delle lesioni tra il 60-90% entro 1-2 anni dal contagio.

Riscontrare una positività per l’infezione (presenza del virus HPV) NON significa malattia.

Nella storia naturale dell’HPV la progressione è l’evenienza più rara con tempi stimati di 4-7 anni per passare da una lesione lieve (displasia) ad un CIS (carcinoma in situ) e fino a 10 anni per arrivare ad un Carcinoma invasivo.

Presso la nostra struttura è possibile eseguire lo screening di tutte le lesioni della cervice uterina grazie all’esecuzione del pap test del HPV test e della colposcopia.

La colposcopia è un esame che consiste nel guardare il collo dell’utero con uno strumento otticochiamato colposcopio, che ne permette un ingrandimento da 6 a 40 volte.
Per effettuare la colposcopia è necessario porre in evidenza il collo dell’utero mediante lo speculum vaginale e devono essere applicati dei liquidi reagenti (acido acetico al 5% e soluzione jodo-jodurata). 

Ai fini dell’esecuzione dell’esame colposcopico è necessario:

  • evitare rapporti sessuali e uso di cremeovulilavande o tamponi vaginali nelle 48 ore precedenti all’esame
  • portare con sé il giorno dell’esame l’esito degli ultimi Pap test eseguiti e l’esito di eventuali precedenti Colposcopie
  • comunicare al medico ginecologo esecutore, l’assunzione di farmaci (soprattutto antiaggreganti e anticoagulanti) o eventuali reazioni allergiche (allergia allo iodio, ai mezzi di contrasto o agli anestetici locali)
  • l’esame non può essere effettuato nel periodo mestruale o se presenti perdite ematiche abbondanti o una forte infiammazione vulvo vaginale
  • comunicare allo specialista ginecologo esecutore un’eventuale gravidanza, nonostante l’esame possa essere eseguito in modo sicuro.


telefono-villa-stuart-01.png

CHIAMA SUBITO

Tel.  06 35528500 – 501 – 502 – 503

Orari Segreteria
Lunedì / Venerdì 8:00 - 20:00
Sabato 8:00 - 12:30


CONTATTACI
Privacy *
Autorizzo il trattamento dei dati inseriti in base all'Informativa sulla Privacy (D. Lgs. 196/2003)