Risonanza magnetica multiparametrica della prostata

3-villa-stuart-servizi-risonanza-magnetica-prostata.jpg

Servizio casa di cura

Responsabile del servizio


Il carcinoma della prostata rappresenta la neoplasia con la più elevata incidenza nel sesso maschile.

La Risonanza Magnetica Multiparametrica della Prostata (RMmp) è attualmente la metodica di imaging più avanzata per lo studio del tumore prostatico; la RMmp non prevede l’utilizzo di radiazioni ionizzanti ma si basa sul principio della radiofrequenza, è quindi da considerarsi un esame non invasivo.

L’indagine ha una durata tra i 25 ed i 30 minuti.

Con le apparecchiature presenti nella nostra Casa di Cura, non è necessario utilizzare la bobina (antenna) endorettale. L’esame viene quindi effettuato utilizzando esclusivamente bobine di superficie.

Come da protocollo accettato a livello internazionale, l’esame viene eseguito utilizzando diverse tecniche di studio: morfologico, di diffusione e di perfusione; solo in casi selezionati viene eseguito anche uno studio di spettroscopia ad idrogeno.

Lo studio morfologico è volto a valutare l’anatomia ghiandolare, a riconoscere eventuali alterazioni della ghiandola stessa ed a definire l’estensione tumorale.

Lo studio della diffusione molecolare dell’acqua fornisce informazioni riguardanti la proliferazione ed il danno cellulare.

La valutazione dinamica-perfusionale ottenuta con la somministrazione di mezzo di contrasto paramagnetico è fondamentale per caratterizzare le eventuali lesioni in base alla loro vascolarizzazione.

La spettroscopia ad idrogeno fornisce informazioni metaboliche ghiandolari e di eventuali lesioni sospette.

Combinando i dati ottenuti dalle immagini acquisite con le suddette tecniche di studio, e dall’elaborazione delle stesse, è possibile fornire con elevata accuratezza le seguenti informazioni riguardanti il carcinoma della prostata:

  • Detezione
  • Localizzazione
  • Stadiazione loco-regionale.
  • Valutazione di recidiva loco-regionale dopo chirurgia e/o trattamento radioterapico
  • Valutazione prima e dopo terapie focali
  • Guida per l’esecuzione di biopsie
  • Sorveglianza attiva

Per sottoporsi all’esame è necessario:

  • Portare in visione analisi di laboratorio riguardanti la funzionalità renale (cretininemia).
  • Restare a digiuno almeno 6 ore prima dell’esame.
  • Effettuare un clistere poche ore prima dell’esame per evitare la presenza di feci od aria nel retto che potrebbero causare artefatti nelle immagini.
  • Portare in visione esami del PSA effettuati, eventuali referti ed immagini di precedenti esami strumentali ed eventuali referti di esami istologici di precedenti biopsie.
  • Attendere almeno 6 settimane dall’ultima biopsia.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il dott. Marco Nezzo all’email: marco.nezzo@gmail.com



telefono-villa-stuart-01.png

CHIAMA SUBITO

Tel. 06 35528500 – 501 – 502 – 503

Orari Segreteria
Lunedì / Venerdì 8:00 - 20:00
Sabato 8:00 - 19:30


CONTATTACI
Privacy *
Autorizzo il trattamento dei dati inseriti in base all'Informativa sulla Privacy (D. Lgs. 196/2003)